Sharing mobility e Door-to-door: le iniziative dell’Osservatorio Nazionale

Il 27 novembre si è svolto a Roma l’incontro annuale tra operatori e organizzazioni che compongono il Network dell’Osservatorio nazionale sulla Sharing Mobility per confrontarsi sul presente e sul futuro del settore e discutere sui prossimi obiettivi.
Tra le novità dell’incontro, l’entrata nel Network di nuovi componenti tra cui il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Il MIT ha affiancato il Ministero dell’Ambiente e la Fondazione per lo sviluppo sostenibile, rafforzando il profilo istituzionale dell’iniziativa.
Durante l’incontro sono stati inaugurati 4 tavoli tecnici composti dagli stessi membri che produrranno un’analisi di proposte politiche e normative per il sostegno attivo della Sharing Mobility italiana. Gli argomenti su cui lavoreranno i Gruppi di Lavoro da qui alla prossima primavera sono: nuove regole tecniche favorevoli alla diffusione dei servizi di mobilità condivisa, politiche e misure attivabili a livello locale, incentivi e prodotti assicurativi adatti al nuovo paradigma della mobilità condivisa.
Il lavoro dell’Osservatorio prosegue anche a livello internazionale grazie alla collaborazione con l’Unione Internazionale delle Ferrovie (UIC) che ha tenuto il 1° Workshop sulle Door-to-door solutions a Varsavia il 14 novembre scorso. L’obiettivo è quello di rafforzare la collaborazione strategica tra le ferrovie europee e gli operatori di Sharing Mobility in grado di offrire soluzioni concrete per l’ultimo miglio.
L’Osservatorio ha annunciato che è in fase di elaborazione il “3° Rapporto sulla Sharing Mobility in Italia” che sarà presentato ufficialmente in primavera durante i lavori della III Conferenza Nazionale della Sharing Mobility.

I documenti dell’incontro dell’osservatorio sono disponibili qui.

Fonte: Osservatorio nazionale sulla Sharing Mobility

Potrebbero interessarti anche...