Sul Monte Bianco si dibatte di cambiamenti climatici e qualità dell’aria

Si è tenuto lo scorso 28 settembre il convegno “Inquinamento dell’aria e cambiamenti climatici: comunicare informati” organizzato dall’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente Valle d’Aosta, con la partecipazione di Arpa Piemonte e Arpa Liguria nel contesto del progetto Interreg Clim’aera.

L’evento, nato dalla collaborazione con gli Ordini dei Giornalisti di Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria, regioni partner del Progetto Climaera, si è svolto nello splendido scenario del Monte Bianco e ha visto il coinvolgimento di numerosi attori dell’informazione scientifica, dai giornalisti ai tecnici dell’ambiente. Moderatore del workshop è stato Piero Bianucci, fondatore del supplemento “Tuttoscienze”, uno dei primi esperimenti di comunicazione scientifica sui quotidiani nazionali.

L’importanza di coinvolgere i giornalisti che rivestono il ruolo fondamentale di “tramite” tra la comunità scientifica e il cittadino: anche in campo ambientale è di fornire loro le chiavi per produrre una notizia vendibile ma scientificamente solida e messa a disposizione dei cittadini nel modo giusto così da costituire un prezioso mezzo di sensibilizzazione ambientale.

I tecnici che si sono alternati sul palco nel corso del seminario hanno trattato diversi temi e fenomeni ambientali di cui ogni giorno si sente parlare (interazione tra qualità dell’aria e cambiamenti climatici, meteorologia, criosfera, buco dell’ozono,…) cercando di fornire, ai giornalisti presenti in sala, le giuste chiavi di lettura per la loro corretta interpretazione.

L’obiettivo comune di scienziati e comunicatori deve esser quello di fare uno sforzo verso la creazione di una coscienza ambientale collettiva. Ad oggi sembra essere questo l’unico sistema efficace per arginare i danni fatti e migliorare lo stato del nostro pianeta. Nei prossimi mesi c’è la volontà di riproporre il workshop in Piemonte e Liguria, così da dare l’opportunità a quanti più giornalisti possibile di venire a conoscenza delle tematiche trattate.

Le presentazioni del convegno qui

Fonte: Arpa Valle d’Aosta

Potrebbero interessarti anche...