Taggato: Rassegna Stampa

Forte diminuzione delle emissioni di CO2 delle nuove auto nel 2020

Forte diminuzione delle emissioni di CO2 delle nuove auto nel 2020

L’Unione Europea ha emesso i dati provvisori delle emissioni medie dei nuovi veicoli. Nel 2020 sono state di 107,8 grammi di CO 2 per chilometro (g CO 2 / km): si tratta di 14,5 g (12%) in meno rispetto al 2019 e ha rappresentato la prima diminuzione osservata dal 2016. La quota di veicoli elettrici nelle nuove immatricolazioni è triplicata da circa il 3,5% nel 2019 a circa l’11% delle nuove immatricolazioni nel 2020.

G20: APPROVATO IL COMUNICATO G20 AMBIENTE

G20: APPROVATO IL COMUNICATO G20 AMBIENTE

Il G20 Ambiente di Napoli si è sviluppato lungo tre macro-aree suddivise al loro interno in temi principali dettagliati nel prossimo capitolo:

Biodiversità, protezione del capitale naturale e ripristino degli ecosistemi (soluzioni basate sulla natura, difesa e ripristino del suolo, tutela delle risorse idriche, oceani e mari incluso marine plastic litter).
Uso efficiente delle risorse ed economia circolare (visione G20 su economia circolare con focus su tessile e moda sostenibile; città circolari; educazione e formazione).
Finanza sostenibile (focus su specifiche esigenze di finanziamento per la protezione ed il ripristino degli ecosistemi come contributo ai lavori G20 sulla forma futura del sistema finanziario globale).

La sintesi dei principali accordi.

La sostenibilità al centro. Online “Ecoscienza 3/2021”

La sostenibilità al centro. Online “Ecoscienza 3/2021”

Nell’ultimo numero della rivista di Arpae E-R l’Agenda 2030 alla base delle Strategie nazionale e regionali di sviluppo sostenibile. Focus sull’Emilia-Romagna
Nel servizio principale di questo numero della rivista, un’ampia riflessione sull’attuazione della Strategia nazionale di sviluppo sostenibile e un focus su quella regionale in via di definizione in Emilia-Romagna. In evidenza in particolare l’editoriale del presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini.
Si presentano inoltre alcuni strumenti e metodi per la misurazione della sostenibilità, in particolare per la verifica del disaccoppiamento tra indicatori ambientali ed economici, e alcune esperienze attuate in altre regioni italiane.

Online il Rapporto ISPRA sulla biodiversità in Italia

Online il Rapporto ISPRA sulla biodiversità in Italia

Il Rapporto ISPRA sulla biodiversità in Italia, disponibile on line sul sito dell’Istituto, presenta il quadro aggiornato dello stato di
conservazione delle specie animali e vegetali e degli habitat tutelati a livello comunitario presenti nel nostro Paese in ambito sia marino che terrestre. Il volume fornisce una sintesi commentata dei risultati che emergono dai dati italiani prodotti in risposta a direttive e regolamenti europei in materia di biodiversità e presenta i risultati emersi dalle tre rendicontazioni trasmesse dall’Italia alla Commissione Europea nel 2019 nell’ambito delle Direttive Habitat e Uccelli e del Regolamento per il contrasto alle specie esotiche invasive.

Rapporto “Consumo di suolo, dinamiche territoriali e servizi ecosistemici. Edizione 2021” – viedeo, rapporto, atti del convegno

Rapporto “Consumo di suolo, dinamiche territoriali e servizi ecosistemici. Edizione 2021” – viedeo, rapporto, atti del convegno

É stato presentato il 14 luglio il rapporto SNPA “Consumo di suolo, dinamiche territoriali e servizi ecosistemici. Edizione 2021”. A seguire si è tenuta la Conferenza stampa “Speciale Roma e Milano, neanche il covid ferma il consumo di suolo”, presentazione della video inchiesta realizzata dall’ISPRA nell’ambito del progetto europeo Soil4Life.

Statistiche ambientali per le politiche di coesione 2014-2020

Statistiche ambientali per le politiche di coesione 2014-2020

Disponibili online le statistiche per le politiche di coesione 2014-2020. Dal maggio del 2018 ISPRA è beneficiaria del Progetto finalizzato ad ampliare il set di indicatori territoriali oggi rilasciati dalla statistica pubblica in materia ambientale, soddisfacendo da un lato le nuove richieste informative internazionali (ad esempio SDG indicators di rilevanza ambientale) e contestualmente allineare temporalmente la disponibilità di dati e indicatori alle esigenze informative di programmatori e attuatori delle politiche pubbliche nazionali e locali, migliorando in termini di granularità territoriale e tempestività gli indicatori ambientali di competenza ISPRA di interesse progettuale. Ad oggi sono stati pubblicati 44 indicatori di cui 25 anche di livello comunale. Gli indicatori proposti sono specifici per diverse tematiche ambientali quali: rifiuti, qualità dell’aria, qualità delle acque, emissioni atmosferiche, siti contaminati, pericolosità idrogeologica, consumo di suolo, frammentazione del territorio e stato di conservazione di habitat.

Gli strumenti volontari per la sostenibilità: EMAS, Ecolabel UE e gli eventi sostenibili

Gli strumenti volontari per la sostenibilità: EMAS, Ecolabel UE e gli eventi sostenibili

l convegno, si è svolto nell’ambito del Festival dei Due Mondi di Spoleto in collaborazione con l’ISPRA, è stato realizzato con l’obiettivo di promuovere e agevolare il confronto tra istituzioni e aziende umbre impegnate su tematiche ambientali e sociali a proposito degli strumenti volontari (EMAS, Ecolabel, certificazione degli eventi sostenibili) per promuovere la sostenibilità nei settori produttivo, turistico e ricreativo.