“Il mestiere di trattare i rifiuti” diventa un libro

Hera presenta domani a Ravenna 2012 la pubblicazione che racconta ai non addetti ai lavori il complesso tema del trattamento e recupero dei rifiuti, che riguarda 4 miliardi di tonnellate all’anno nel mondo. E dall’1 ottobre on-line anche il Dossier Hera dedicato all’argomento  

Domani alle 17 la presentazione del libro con Lorenzo Pinna (Superquark)

Nel mondo ogni anno vengono prodotti circa 4 miliardi di tonnellate di rifiuti, con un impatto sull’ambiente e sulle economie di assoluto rilievo. Dietro il trattamento e il recupero di questa (letteralmente) montagna di materia esistono processi e attività che hanno o potrebbero avere su ambiente ed economia impatti enormi, positivi e negativi. Per aiutare a comprendere la complessità di questo sistema, Herambiente (Gruppo Hera) ha appena pubblicato “Il mestiere di trattare rifiuti”, un volume didattico di 123 pagine che, con un linguaggio semplice e una dotazione infografica e fotografica molto ricca, si prefigge di raccontare ai “non addetti ai lavori”, gli aspetti salienti della gestione del ciclo rifiuti: dalla raccolta, al recupero, fino allo smaltimento. Il libro verrà presentato domani, alle 17, a Ravenna (presso la Casa Matha, in Piazza Andrea Costa, 3), nell’ambito del festival “Fare i conti con l’ambiente” organizzato dall’associazione LabeLab – Ravenna 2012. Alla presentazione parteciperanno Lorenzo Pinna, giornalista di Superquark e divulgatore scientifico, David Newman, Presidente International Solid Waste Association, Gianluca Cencia, Direttore Federambiente, Antonio Pergolizzi, Coordinatore dell’Osservatorio ambiente e legalità di Legambiente, Filippo Brandolini, Presidente di Herambiente.

La distribuzione gratuita agli insegnanti

Un argomento, quello della gestione rifiuti, spesso oggetto di dibattito e confronto pubblico, su cui però è fondamentale acquisire una piena consapevolezza. E’ per questo che il volume, oltre ad essere disponibile gratuitamente per chi interverrà alla presentazione e scaricabile liberamente dal sito web di Hera (http://www.gruppohera.it/gruppo/com_media/documentazione/), è in distribuzione a tutti gli insegnanti che partecipano agli incontri di presentazione, attualmente in corso di svolgimento, dei programmi didattici Hera nelle scuole del territorio servito.

I temi affrontati

Il libro si apre con un’introduzione di Lorenzo Pinna, giornalista di Superquark e divulgatore scientifico, che evidenzia come, da quando l’uomo da cacciatore è diventato agricoltore (dunque sedentario), i rifiuti abbiano sempre condizionato (nel bene e nel male) lo sviluppo della società. Un viaggio nei secoli di alcune pagine, in cui dalla “città pestilenziale” del medioevo si arriva ai giorni nostri e all’impegno per la raccolta differenziata e la valorizzazione del rifiuto come risorsa.

Si passa poi ad alcune importanti informazioni di scenario utili a comprendere la vastità del tema: la distinzione fra rifiuti urbani e speciali, le politiche europee in materia, la rilevanza economica dei rifiuti (come materia prima seconda o come fonte di recupero energetico, ad esempio), il fenomeno della loro commercializzazione, fino alla piaga delle ecomafie.

Il capitolo centrale è dedicato a scoprire il “dietro le quinte” dei percorsi seguiti dai diversi tipi di materiale, attraverso i tanti impianti di selezione, trattamento o smaltimento.

Una speciale attenzione è infine dedicata ai risvolti ambientali di una corretta gestione dei rifiuti: dunque l’attenzione che occorre porre alle iniziative per minimizzare la produzione di rifiuti, per massimizzare la raccolta differenziata e per rendere il meno impattante possibile le attività di smaltimento (ad esempio, attraverso l’uso di tecnologie che abbattano le emissioni dei termovalorizzatori o che aumentino l’efficienza nel recupero energetico).

Il dossier Hera sui rifiuti: da problema a risorsa

La presentazione del libro, si associa ad un’altra importante iniziativa editoriale, la pubblicazione, lunedì 1 ottobre del Dossier Hera sul mondo dei rifiuti.

Si tratta di un approfondimento a 360 gradi, che mette in evidenza le varie sfaccettature di un tema che si può osservare da numerosi punti di vista: da quello economico, e quindi i costi dello smaltimento dei rifiuti, al costo ambientale, considerando che si prevede che, a livello mondiale, nei prossimi 15 anni si arriveranno a produrre 6 miliardi di tonnellate all’anno di rifiuti, con una crescita del 50% rispetto ad ora; dalle politiche di Hera in tema di gestione di rifiuti ad un’analisi di dettaglio per scoprire che in Italia solo il 20% dei rifiuti prodotti è rappresentato dagli scarti domestici, il “grosso” dei rifiuti proviene dalle industrie e dalle attività produttive; dalla piaga delle ecomafie nella gestione dei rifiuti, che sottrae una ricchezza “legale” a tutto il Paese da sfruttare anche in chiave anti-crisi, all’energia a chilometri zero che si può produrre dai rifiuti ad esempio con i biodigestori; fino ad arrivare alle esperienze internazionali per capire cosa si muove nel mondo in questo settore.

Si tratta del terzo appuntamento con il Dossier di Hera, dopo i 2 precedenti su Acqua e Smart City, e sarà online dall’1 ottobre all’indirizzo www.gruppohera.it/dossier. Nel dossier, oltre agli articoli di approfondimento, troveranno spazio anche molti contenuti multimediali.

[download id=”23″]

I commenti sono chiusi.