Scuola di Alta Formazione sulla Gestione dei sistemi idrici

Aggiornamento 16.06.2020:
CORSO ONLINE! NUOVE DATE 16-17-18 SETTEMBRE 2020.

La 4a edizione della Scuola di Alta Formazione sulla Gestione dei sistemi idrici si svolgerà da remoto mantenendo il consueto schema formativo.

Disponibile il programma preliminare! Clicca qui:

Volantino Scuola di Alta formazione sui Sistemi Idrici - 16-17-18 settembre 2020 (5 download)

Per l’edizione 2019 sono consultabili il programma completo (link) e alcuni video.


Per informazioni e iscrizioni:

Segreteria Organizzativa

Michela Giangrasso (mail: mgiangrasso@labelab.it)

Tel:  335.7277330 – Fax: 0544.1960238


Obiettivo del Corso

Fornire un aggiornamento tecnico-scientifico e normativo sulle tematiche connesse alla gestione delle reti idriche ed alla selezione e progettazione degli interventi di efficientamento. Scopo primario del corso è quello di fornire ai partecipanti:

  • aggiornamenti sulle disposizioni delle Delibere 917/17 e 518/18 di ARERA sulla qualità tecnica (RQTI), sul controllo della realizzazione degli investimenti programmati, sulle misure recentemente introdotte dal Metodo Tariffario MT‑3 per promuovere l’efficienza gestionale nonché sulla revisione della Direttiva Europea sulle acque potabili;
  • know-how e strumenti operativi per la gestione dei sistemi idrici, dall’analisi delle performance alla definizione e verifica degli interventi di ottimizzazione fino alla scelta delle tecniche di monitoraggio;
  • criteri per la definizione delle priorità di intervento e la quantificazione dei benefici ottenibili in funzione degli obblighi e degli orientamenti di ARERA;
  • linee guida per la riduzione dei rischi nel settore idrico a seguito dell’emergenza Covid-19.

In particolare, verrà fornita una preparazione specifica sulle modalità di applicazione della metodologia best-practice dell’IWA (International Water Association) per l’identificazione e la pianificazione delle attività di riduzione delle perdite per raggiungere gli obiettivi previsti dalla RQTI di ARERA, anche con presentazione di casi di studio di applicazione di nuove tecnologie per la riduzione delle perdite ed il loro monitoraggio. Il programma è stato aggiornato nei contenuti e negli argomenti rispetto alle edizioni precedenti. Il corso tratterà anche i seguenti temi: stato di applicazione del Water Safety Plan, monitoraggio della qualità dell’acqua e utilizzo di tecnologie e soluzioni di smart metering e intelligenza artificiale per l’ottimizzazione energetica e gestionale dei sistemi idrici.

Il corso è rivolto a soggetti interessati a sviluppare una concreta professionalità nel campo della gestione dei sistemi idrici, con particolare riferimento al personale degli enti gestori. Alla base del corso sarà il continuo confronto fra Gestori e Proponenti.

Docenze

Per lo svolgimento delle attività formative, il Corso si avvale delle competenze didattiche e scientifiche assicurate da docenze dal mondo Universitario e Professionale e degli specifici apporti di esperti ed operatori di provata e documentata esperienza in strutture di ricerca pubbliche e private, incaricati delle tematiche correlate con la gestione ed ottimizzazione delle reti idriche.

Livello

Livello del corso: post-laurea e/o professionisti del settore.

Organizzazione attività formative

  • Il programma del corso prevede interventi da parte dei docenti seguiti da sessioni di domande/risposte e discussione tra i partecipanti.
  • Il corso si terrà da remoto; ai partecipanti sarà fornito l’accesso alla piattaforma attraverso la quale collegarsi per seguire gli interventi e interagire.
  • Il corso è svolto in lingua italiana. Nel caso di relatori stranieri, sarà assicurata la traduzione simultanea in italiano da parte degli organizzatori.

Quota di partecipazione:

  • Singolo partecipante (un accesso valido per una persona):
    • modulo giornaliero: €120 (+IVA 22%*)
    • intero corso (3 giornate): €300 (+IVA 22%*).
  • Pacchetto azienda (accesso per 3 persone di una stessa azienda):
    • modulo giornaliero: €240 (+IVA 22%*)
    • intero corso (3 giornate): €600 (+IVA 22%*).

L’iscrizione comprende l’accesso al corso e l’invio del materiale didattico (in formato digitale), come presentazioni e materiale informativo/promozionale delle aziende partner.

* L’IVA non è dovuta dagli enti pubblici per la formazione dei propri dipendenti)

Progetto G100: posti gratuiti, per la totalità degli oneri di partecipazione compreso vitto e alloggio, per un numero limitato di giovani laureati partecipanti al progetto G100, progetto promosso da Labelab per la formazione gratuita a 100 giovani in 5 anni (info: www.labelab.it/ravenna2020/g100/).

Il corso è a numero chiuso – accettazione iscrizioni fino ad esaurimento posti.

Richiesti CREDITI FORMATIVI per INGEGNERI.

Programma Scientifico a cura di: Ing. Marco Fantozzi (IWA WLSG, Isle), Prof. Marco Franchini (Un. Ferrara), Prof. Bruno Brunone (Un. Perugia), Ing. Andrea Crosta (DHI Italia).

Promotori: Labelab, Isle, Università degli Studi di Ferrara, Università degli Studi di Perugia, DHI Italia.
In collaborazione con: AII (Associazione Idrotecnica Italiana), AIAT (Associazione Ingegneri per l’Ambiente e il Territorio) e GII (Gruppo Italiano di Idraulica).


Programma 16 settembre 2020
9.30-9.45 Introduzione
9.45-12.30, Normative ed Approcci Innovativi per il Miglioramento della Qualità Tecnica e dell’Efficienza del SII
9.45-10.15 Alberto Bernardini (Agenia): Inquadramento ed aggiornamenti normativi ARERA in tema di qualità tecnica e controllo della realizzazione degli investimenti programmati e correlate penalità.
10.15-10.45 Davide Persi (DHI): Funzionalità e benefici delle piattaforme di modellazione, controllo/gestione perdite e supporto in tempo reale.
11.15-11.30 Pausa
11.30-12.00 Andrea Piazzoli (Isle): Impatto dell’emergenza Covid-19 sulla gestione attuale e futura dei sistemi idrici e fognari.
12.30-16.30 Water Safety Plan (WSP) e Monitoraggio della qualità dell’acqua potabile
12.00-12.30 Sabrina Sorlini (UniBs): Nuovi inquinanti nelle acque destinate al consumo umano, aggiornamenti normativi ed esperienze dei gestori italiani.
12.30-13.30 Pausa pranzo
13.30-14.00 Andrea Turolla (PoliMi): Nuovi approcci per il monitoraggio e la salvaguardia della qualità dell’acqua potabile.
14.00-14.30 Bruno Pannuzzo, Angela Manenti (MM): Casi studio e innovazione nel monitoraggio della qualità dell’acqua potabile e WSP.
14.30-15.00 Furio Pillan (Irisacqua): Il modello Friuli-Venezia Giulia di implementazione dei WSP.
15.00-15.15 Pausa
15.15-15.45 Alessandro de Carli (Fondazione Aqualab): Aspetti tecnologici ed economici dell’abbattimento delle microplastiche dalle acque.
15.45-16.15 Alessio De Santis (Idexx): Nuovo metodo per l’analisi di Legionella pneumophila.
16.15-16.30 Chiusura giornata
Programma 17 settembre 2020
9.30-9.45 Introduzione
9.45-12.30, Approcci, Esperienze e Tecnologie Innovative per la gestione delle Perdite Idriche
9.45-10.15 Marco Fantozzi, Rosa Esposito (Isle): Analisi costi– benefici delle attività di riduzione dell’acqua non fatturata, livello economico di perdita e criteri per la definizione di un piano di miglioramento.
10.15-10.45 Marianna Marinoni, Andrea Soncini (Lario Reti): Definizione di un piano di riduzione delle perdite per il raggiungimento dell’obiettivo M1 di ARERA.
10.45-11.15 Anthony Napolitano (A2A): Esperienze di tecnologie per il controllo e la riduzione delle perdite idriche.
11.15-11.30 Pausa
11.30-12.00 Relatore da confermare (Pipecare): Riparazione perdite nelle reti di distribuzione idrica.
12.00-12.30 Relatore da confermare (Hera): Esperienze nella gestione delle perdite e nell’asset management.
12.30-13.30 Pausa pranzo
13.30-16.30, Gestione Avanzata della Pressione ed Efficienza Energetica
13.30-14.00 Francesco Calza (Gruppo Iren): Esperienza di progettazione e monitoraggio dei distretti
14.00-14.30 Emilio Benati (FAST online): Come rispondere alle normative ARERA M1 e M2 grazie a una piattaforma web in grado di analizzare le performance della rete idrica.
14.30-15.00 Mark Hendy (Syrinix): Sviluppi nel monitoraggio dei transitori di pressione nelle reti: approfondimenti da casi-studio in Europa.
15.00-15.15 Pausa
15.15-15.45 Chiara Basso (EGO Power): Esperienze di “Data analytics” per il miglioramento delle performance, l’identificazione di anomalie nei sistemi idrici e l’ottenimento di titoli di Efficienza Energetica.
15.45-16.15 Donato Pasquale (Schneider): Uso di piattaforme integrate per l’efficienza e la sostenibilità del servizio Idrico.
16.15-16.30 Chiusura giornata


Programma 18 settembre 2020
9.30-9.45 Introduzione
9.45-12.30, Asset Management
9.45-10.15 Roberto Zocchi (WrC): Innovazioni nell’ Asset Management.
10.15-10.45 Andrea Piazzoli (Isle): Tecnologie e best-practice internazionali nella gestione dei tubi in cemento amianto.
10.45-11.15 Stefano Dini (Idroambiente): Strategie decisionali nella scelta di operare la manutenzione o il rinnovamento delle reti idriche con tecnologie senza scavo.
11.15-11.30 Pausa
11.30-12.00 Luca Scansetti (ISOIL Industria): Limiti e benefici delle elaborazioni da satellite per uso nel settore idrico integrato.
12.00-12.30 Relatore da confermare (Rezatec): Telerilevamento e AI: come contribuiscono alla riduzione dell’indicatore M1.
12.30-13.30 Pausa pranzo
13.30-16.30, Digital Water e Smart Metering
13.30-14.00 Rosa Esposito (Isle), Manuela Pedroni (TEA): Requisiti per la progettazione di un sistema di smart metering ed esperienza del piano di rinnovamento contatori.
14.00-14.30 Octavio Manuel Prieto Izaguirre (Kamstrup): Smart metering e localizzazione delle perdite: un approccio combinato ed innovativo.
14.30-15.00 Relatore da confermare (Barbagli): Smart metering global service – Gestione smart del ciclo di lettura dei contatori.
15.00-15.15 Pausa
15.15-15.45 Relatore da confermare (Omnicon): Soluzioni di telecontrollo e smart water.
15.45-16.15 Relatore da confermare (Telereading): soluzioni smart e integrate per il monitoraggio e controllo dei distretti e delle utenze.
16.15-16.30 Chiusura giornata