Il progetto MUHA si propone di migliorare le capacità di previsione, prevenzione e mitigazione dei rischi naturali ed antropici nei sistemi di approvvigionamento idrico, rafforzando la cooperazione tra enti gestori e sistemi di protezione civile a livello nazionale, europeo e internazionale nell’ambito dell’implementazione dei Piani di Sicurezza dell’Acqua.
Saranno affrontati quattro rischi legati all’acqua, considerati come componenti di un unico sistema idrico complesso soggetto a diversi pericoli: inquinamento accidentale, inondazioni, siccità e guasto di infrastrutture critiche a causa dei terremoti. Lo stato attuale del sistema idrico e gli scenari previsti per più rischi devono risultare in complessi meccanismi di risposta alle catastrofi. La logica del MUHA si basa sulla necessità di collegare efficacemente i diversi aspetti del ciclo dell’acqua in un sistema di risposta migliorato, che integrerà le funzioni dei sistemi di analisi, previsione e comando degli incidenti, da integrare nei protocolli di avviso comuni, consentendo così una risposta transnazionale efficiente . Il ruolo interconnesso dei servizi idrici attraverso i piani di sicurezza idrica e i meccanismi di protezione civile è fondamentale e attualmente non sufficientemente armonizzato. Sebbene i paesi coinvolti abbiano già sviluppato diversi meccanismi di pianificazione e risposta a diversi livelli, si prevede che MUHA produrrà un solido networking a lungo termine, basato su una gestione transnazionale congiunta per affrontare le sfide comuni della risposta ai rischi legati all’acqua. Inoltre, la definizione di piani d’azione comuni.
Il sito web del progetto Muha
Fonte: Utilitalia