End of Waste, la nuova normativa è in vigore

È stato pubblicato in gazzetta  ufficiale il testo del decreto “ Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 3 settembre 2019, n. 101, recante disposizioni urgenti per la tutela del lavoro e per la risoluzione di crisi aziendali. (19G00137) (GU Serie Generale n.257 del 02-11-2019) “  che contiene all’articolo 14 dell’allegato la nuova normativa sull’End of Waste ovvero la procedura sul riciclo di nuovi materiali.

Nello specifico  l’articolo 14 bis dell’ allegato della legge recepisce le direttive Ue del 2018 sull’economia circolare, che regolano le attività di riciclo. La nuova norma permette alle Regioni e alle Province (in mancanza di una autorizzazione del Ministero dell’Ambiente) di autorizzare le aziende al riciclo di rifiuti che finora finivano in discarica o negli inceneritori. L’articolo prevede anche una banca dati nazionale di tutte le aziende che riciclano e controlli dell’Ispra rafforzati.  Le nuove disposizioni, attraverso una modifica al TU Ambiente, superano  lo stallo determinato dalla sentenza del Consiglio di Stato e dallo Sblocca cantieri. L’articolo prevede anche una banca dati nazionale di tutte le aziende che riciclano e controlli dell’Ispra rafforzati. Secondo i tecnici del settore rifiuti questa nuova normativa potrà portare diversi benefici economici ed occupazionali al settore permettendo l’avvio di nuove filiere.

Nel settore desta comunque perplessità  l’introduzione di controlli discrezionali a campione della conformità delle modalità operative e gestionali degli impianti di riciclo autorizzati dalle Regioni.

Il testo  in gazzetta è disponibile  qui.

Fonte: ANSA (qui)

Potrebbero interessarti anche...