Scuola di Alta Formazione sulla Gestione dei sistemi idrici – ONLINE 16-17-18 settembre 2020 – Iscrizioni Aperte!

La 4a edizione della Scuola di Alta Formazione sulla Gestione dei sistemi idrici www.labelab.it/ravenna2020/sistemiidrici/ si svolgerà da remoto mantenendo il consueto schema formativo.

Ricordiamo che è stato richiesto l’accreditamento di 18 CFP per gli Ingegneri che parteciperanno ad almeno il 90% dell’intera durata del corso e che supereranno l’esame finale. Non sarà possibile accreditare CFP per la partecipazione alle singole giornate né per partecipazione parziale inferiore al 90%.

La richiesta di iscrizione può essere compilata direttamente online cliccando qui: link

Disponibile il programma aggiornato al 6/8/2020! Clicca qui.

Affrontare l’inquinamento e il cambiamento climatico in Europa migliorerà la salute e il benessere, soprattutto per i più vulnerabili

Affrontare l’inquinamento e il cambiamento climatico in Europa migliorerà la salute e il benessere, soprattutto per i più vulnerabili

Una percentuale significativa del carico di malattie in Europa continua ad essere attribuita all’inquinamento ambientale derivante dall’attività umana, secondo il rapporto dell’AEA ” Ambiente sano, vita sana: come l’ambiente influenza la salute e il benessere in Europa. La relazione, che si basa ampiamente sui dati dell’Organizzazione mondiale della sanità sulle cause di morte e malattia, evidenzia come la qualità dell’ambiente europeo svolga un ruolo chiave nel determinare la nostra salute e il nostro benessere.

Registrata la più netta diminuzione del decennio delle emissioni di gas a effetto serra dell’UE nel 2019, prima degli impatti di COVID-19

Registrata la più netta diminuzione del decennio delle emissioni di gas a effetto serra dell’UE nel 2019, prima degli impatti di COVID-19

I dati preliminari dell’Agenzia europea dell’ambiente (AEA) sulle emissioni di gas a effetto serra dell’Unione europea (UE) nel 2019 mostrano una diminuzione di quasi il 4% rispetto al 2018. L’unico momento in cui le emissioni dell’UE sono diminuite di più dal 1990 è stato durante la crisi economica del 2009 Inoltre, i nuovi dati dell’AEA per il 2019 mostrano che l’UE è sulla buona strada per porre fine all’uso di sostanze chimiche che danneggiano lo strato di ozono.

End of Waste carta e cartone, Costa firma regolamento: “Forte contributo a settore del riciclo”

End of Waste carta e cartone, Costa firma regolamento: “Forte contributo a settore del riciclo”

Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha firmato il regolamento recante la disciplina per l’end of waste (cessazione della qualifica di rifiuto) di carta e cartone, elaborato a seguito di numerosi incontri tecnici e consultazioni con ISPRA, organo tecnico del Ministero dell’Ambiente, e gli operatori del settore, nonché l’ISS per la valutazione degli impatti sull’ambiente e salute umana.

XV Rapporto sulla Qualità dell’Ambiente Urbano – Edizione 2019

XV Rapporto sulla Qualità dell’Ambiente Urbano – Edizione 2019

On Line io XV Rapporto SNPA “Qualità dell’ambiente urbano” riferimento nazionale per cittadini e amministratori grazie ai numerosi dati presentati e valutazioni relative ai più importanti temi ambientali delle città contemporanee. L’edizione 2019 aggiorna una ricca serie di indicatori di qualità ambientale per 124 città tra le più popolose in Italia e per le 14 Città metropolitane.

Rapporto Interpol segnala un forte aumento dei crimini sui rifiuti di plastica

Rapporto Interpol segnala un forte aumento dei crimini sui rifiuti di plastica

Il rapporto Analisi strategica dell’INTERPOL sulle tendenze criminali emergenti nel mercato globale dei rifiuti di plastica dal gennaio 2018, indica che c’è stato un aumento considerevole negli ultimi due anni nelle spedizioni illegali di rifiuti, principalmente dirottate verso il Sud-est asiatico attraverso più paesi di transito per camuffare l’origine della spedizione dei rifiuti.

Prime proposte UE per incrementare gli obiettivi di efficienza energetica e rinnovabili 2030

Prime proposte UE per incrementare gli obiettivi di efficienza energetica e rinnovabili 2030

Con la pubblicazione del Climate Target Plan, la scorsa settimana, l’esecutivo UE ha accelerato il suo percorso di decarbonizzazione, proponendo di ridurre le emissioni di gas a effetto serra di almeno il 55% entro il 2030. Ossia ben 15 punti percentuali in più rispetto quanto stabilito in passato nel 2014. Ciò è necessario per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. Tuttavia la politica climatica non può prescindere da quella energetica.

Online report sui comportamenti in ambito domestico di ENEA

Online report sui comportamenti in ambito domestico di ENEA

È online il report “I comportamenti energetici in ambito domestico – Dimensioni culturali, sociali ed individuali”, risultato della collaborazione tra Università Statale di Milano (Cattedra di Psicologia Sociale) e Italia in Classe A, la campagna nazionale sull’efficienza energetica promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico e realizzata da ENEA. Si tratta di una ricerca interdisciplinare che analizza i problemi ambientali alla luce della psicologia e delle scienze sociali applicate, approfondendo il rapporto tra culture e comportamenti energetici con un focus sul contesto italiano e sull’uso domestico dell’energia.

Circular Capacity: stima del fabbisogno impiantistico per il piano nazionale di gestione dei rifiuti (urbani)

Circular Capacity: stima del fabbisogno impiantistico per il piano nazionale di gestione dei rifiuti (urbani)

Il paper “Circular Capacity: stima del fabbisogno impiantistico per il piano nazionale di gestione dei rifiuti (urbani)” richiama gli aspetti giuridico-amministrativi connessi al tema della dotazione e programmazione impiantistica, dopo l’introduzione agli aspetti metodologici dell’analisi, gli indicatori, le fasi di analisi ed i dati utilizzati il documento espone e commenta i risultati in relazione alla capacità di trattamento dei rifiuti a livello regionale e all’attività di programmazione nazionale e regionale affinché le regioni convergano su livelli dei best performer comprese alcune implicazioni di politica ambientale.

La gestione circolare dei rifiuti: dove funziona meglio nel Nord Italia

La gestione circolare dei rifiuti: dove funziona meglio nel Nord Italia

Durante il workshop Green City Network, Fondazione Sviluppo Sostenibile, Conai è stato presentato il rapporto “La gestione circolare dei rifiuti: dove funziona meglio nel Nord Italia” che analizza 38 città di 9 regioni del settentrione per produzione di rifiuti, raccolta differenziata e riciclo. Veneto, Trentino e Lombardia hanno tassi di riciclo maggiori e hanno già raggiunto e superato l’obiettivo 2025. Indietro la Liguria. Treviso svetta per raccolta differenziata dei rifiuti con l’87%.

Pacchetto economia circolare: pubblicati un Gazzetta Ufficiale i Decreti legislativi

Pacchetto economia circolare: pubblicati un Gazzetta Ufficiale i Decreti legislativi

Nei giorni scorsi sono stati approvati e pubblicati in gazzetta ufficiale i quattro decreti legislativi di recepimento delle direttive europee in materia di economia circolare:   la direttiva quadro sui rifiuti (2008/98/CE) e le direttive “speciali” in materia di rifiuti di imballaggio (1994/62/CE), discariche (1999/31/CE), rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, cosiddetti RAEE (2012/19/UE), veicoli fuori uso (2000/53/CE) e rifiuti di pile e accumulatori (2006/66/CE).